VALUTAZIONE IMPATTO ACUSTICO: LEGGE 447

Tu sei qui:

“Un suono problematico per l’orecchio umano è definito rumore. La percezione del rumore è la percezione di una pressione sonora, cioè di una variazione della pressione atmosferica causata da un’onda sonora. “ 

L’obiettivo principale della valutazione dell’impatto acustico è stabilire se il lavoro da svolgere è conforme ai limiti di emissione e di immissione del rumore del luogo scelto e delle aree adiacenti, e se ci sarà inquinamento acustico. Si tratta di uno studio tecnico che deve stabilire se il lavoro causerà o meno disturbi (superando o meno i limiti) su recettori potenzialmente vulnerabili. In caso di disturbo, devono essere prese e attuate tutte le precauzioni necessarie.  

GEOLAB in questo è da sempre attenta alle pratiche che i propri clienti devono adempiere. 
Ad esempio Quando deve essere presentata la valutazione dell’impatto a custico? C’è una scadenza?  
Secondo l’articolo 8, comma 2, della Legge n. 447/95, la relazione di impatto acustico è necessaria ogni volta che si costruisce, si modifica o si potenzia un’opera edile:  

  • si costruisce,  
  • si modifica o si potenzia un’opera edile  
  • si avvia una nuova attività produttiva, commerciale o ricreativa;
  • si presenta una domanda di concessione edilizia per nuovi impianti, infrastrutture o servizi commerciali; 
  • un ente pubblico o un comune richiede un nuovo impianto, infrastruttura o servizio commerciale.  

Le valutazioni di impatto acustico non scadono, quindi devono essere prodotte nuovamente ogni volta che si decide di espandere l’attività, di modificarla o si ha necessità di aggiungere una nuova sorgente di rumore che possa comportare una variazione dei livelli di emissione sonora precedentemente calcolati o rilevati.  

Nell’eventualità del superamento dei limiti di legge in quell’area viene rivelata, è necessario creare un piano di bonifica per garantire alle autorità che le emissioni saranno ridotte o eliminate rispettando i limiti attuali.  

STUDIO DI IMPATTO ACUSTICO PREVISIONALE 

Le valutazioni previsionali del clima acustico vengono effettuate prima della costruzione di un nuovo edificio o dell’implementazione di una nuova attività per valutare il clima acustico di un’area. Anche in questo GEOLAB può esserti d’aiuto. 

Se si sta pianificando la costruzione di un nuovo complesso residenziale, di una scuola, di un ospedale, di una casa di cura o di un parco pubblico, la valutazione del clima acustico deve essere consegnata come parte del processo di pianificazione.  

Se invece si cambia la destinazione d’uso di un locale da commerciale a residenziale e se si utilizza un locale per una funzione scolastica o ospedaliera, o se si assegnano aree per tali istituzioni, ad esempio, l’appaltatore o il progettista devono fornire la valutazione.  
In altre parole, il clima acustico si riferisce alla condizione sonora complessiva di una certa area, risultante da tutti i suoni naturali e prodotti dall’uomo (ad esempio, il rumore generato dalle persone o dalle attività commerciali e produttive).  
Una valutazione accurata del clima acustico è necessaria per garantire che un edificio o un’attività non si trovi in un’area in cui il rumore è già eccessivo. È necessario salvaguardare coloro che vivranno o lavoreranno in queste aree e i livelli di rumore devono essere mantenuti sufficientemente bassi per evitare che le attività future siano ubicate in aree con livelli di rumore eccessivi.  
Bisogna quindi tenere presente che prima di qualsiasi progetto, il clima acustico è una situazione. Non ha nulla a che vedere con il modo in cui l’edificio o l’ambiente verrà costruito o con il livello di isolamento acustico che verrà fornito alla costruzione, piuttosto che essere oggetto dello studio dei requisiti acustici passivi dell’edificio.  

PER OGNI VALUTAZIONE E REDIGERE LA PRATICA SECONDO LE NORMATIVE VIGENTI

Condividi sui Social
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin