Trattamento fanghi

Tu sei qui:

ANALISI CHIMICHE E MICROBIOLOGICHE

Gli impianti di trattamento dei fanghi utilizzano diverse tecnologie per trattarli, tra cui processi fisici e chimici, oltre a metodi biologici. I processi fisici comprendono l’ispessimento, la disidratazione e l’essiccazione termica. L’ispessimento riduce il volume dei fanghi fino al 75%, la disidratazione rimuove l’acqua in eccesso dai fanghi e l’essiccazione termica asciuga i fanghi al contenuto di umidità desiderato. I processi chimici comprendono la stabilizzazione, il condizionamento, l’incenerimento e la disinfezione. La stabilizzazione riduce il volume dei fanghi, li condiziona per facilitarne il trasporto e ne migliora la riutilizzabilità. L’incenerimento distrugge gli agenti patogeni presenti nei fanghi e li converte in ceneri che possono essere utilizzate in materiali da costruzione e altri prodotti. La disinfezione distrugge gli agenti patogeni presenti nei fanghi con diversi metodi, come la luce UV, il calore o le sostanze chimiche. 
Le analisi chimiche e microbiologiche dei fanghi provenienti da processi di depurazione civili e industriali effettuate dallo staff di GEOLAB permette di fornire risposte e progettualità all’avanguardia in ogni sua fase. 

CLASSIFICAZIONE

I prodotti organici sono stati trattati chimicamente e sono potenzialmente pericolosi per l’ambiente. La fase più importante del processo consiste nel garantire l’ottenimento di tutti i dati necessari richiesti dalle normative, comprese le classificazioni e la composizione. 

Il primo passo consiste nell’ottenere un campione del prodotto. Questo campione deve essere sufficientemente grande da consentire l’analisi e deve essere rappresentativo del prodotto che si vuole certificare. Una volta fornito il campione, GEOLAB lo analizzerà per determinare se soddisfa i requisiti. 

Se l’analisi soddisfa tutti i requisiti, si procederà con la fase successiva: classificazione e composizione. Questa fase richiede una revisione esaustiva delle normative esistenti, al fine di determinare se vi sono rischi associati all’uso di questo prodotto nei diversi mercati (nazionali o internazionali). 

Una volta soddisfatti tutti i requisiti, possiamo iniziare il processo di certificazione. Questo processo prevede l’emissione di un certificato che include tutte le informazioni rilevanti sul prodotto (come il nome, la descrizione e l’utilizzo).

TRASPORTO DEI FANGHI 

I fanghi devono essere trasportati in cisterne sigillate e a tenuta stagna e scaricati solo in strutture per la ricezione di rifiuti pericolosi. I siti in cui vengono stoccati devono disporre di un’adeguata sicurezza e di sistemi di monitoraggio dei livelli di emissione e dell’eventuale fuoriuscita di gas tossici. Quando vengono trasportati, i fanghi devono essere accompagnati da una dichiarazione di presenza, da una polizza di carico e da un’autorizzazione al trasporto, rilasciata dalle autorità responsabili del controllo del trasporto dei rifiuti pericolosi.   

SMALTIMENTO

Lo smaltimento dei fanghi deve avvenire nel rispetto dei principi di correttezza ambientale e di salute pubblica. Il laboratorio Geo Lab offre servizi innovativi, ad alto contenuto tecnologico e assistenza tecnica. 

I fanghi di depurazione sottoposti a trattamento vengono avviati a recupero o allo smaltimento finale in particolari ambiti (come disciplinato dal D.Lgs. del 27 gennaio 1992 n 99) o smaltiti in determinate aree a seconda delle norme stabilite dalla legge. Geolab è da sempre attenta e ligia nel rispetto delle normative presenti. 

Noi di Geo Lab mettiamo a disposizione di chiunque ne faccia ricerca un’ampia gamma di servizi in materia di. In quest’ultimo caso forniamo consulenza alle aziende nell’assolvere agli obblighi dettati in materia. 

SE VUOI INIZIARE UN PERCORSO DI TRATTAMENTO DI FANGHI PER LA TUA AZIENDA 

TROVEREMO ASSIEME LA SOLUZIONE CHE MEGLIO RISPONDE ALLE TUE NECESSITÀ. 

Condividi sui Social
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin